Il falso mito che Nikola Tesla sia stato un topo da laboratorio è assai duro da scardinare.
E’ difficile pensare che uno come lui possa aver avuto altri pensieri al di fuori delle bobine, dei motori, della radio telecomunicazione o dei piccioni.
Invece è proprio così.

Ancora una volta andiamo a sondare la vita di Nikolino per trarne una rappresentazione più umana e sicuramente più convincente di quella propinataci da tanti libri/film.


1. Biliardo

Tesla che tira di stecca. Dal film: Nikola Tesla di Rade Serbedzija

Tesla che tira di stecca. Dal film: Nikola Tesla di Rade Serbedzija

Vi sorprenderà sapere che Nikola Tesla era un eccezionale ed accanito giocatore di biliardo. Al Delmonico’s, lussuosissimo ristorante in cui era solito cenare, esisteva una saletta adiacente in cui gli uomini solevano radunarsi per fumare, bere un digestivo e fare due tiri a stecca. Nikolino, riconosciuto da un avventore del ristorante, fu invitato con una certa insistenza a prendere parte ad una partita a cui, pare, stesse partecipando anche un noto giocatore professionista.
Nikolino vinse con una facilità disarmante, umiliando anche il professionista ed entrando di diritto nella top ten dei giocatori di biliardo più temibili di New York.

Mark Twain, grande amico di Tesla, dietro un tavolo da biliardo

Mark Twain, grande amico di Tesla, dietro un tavolo da biliardo

Quando gli fu chiesto come fosse capace di tali prodezze, Tesla rispose che era tutto frutto di semplici calcoli matematici e geometrici.

In realtà Nikolino aveva alle spalle un robusto training datogli da papà Milutin con cui soleva sfidarsi già in tenera età, essendo l’unico figlio maschio. Inoltre, durante i suoi anni a Karlovac, aveva avuto modo di sviluppare un morboso attaccamento al gioco degli scacchi, del biliardo e delle carte. Una passione che sfociò in una vera e propria dipendenza che gli costò tutti i suoi averi ed il fermo da parte delle autorità della zona. Fu ancora papà Milutin che dovette andare a recuperarlo, preoccupandosi anche di impartirgli una meritata lavata di testa. (Approfondirò con un articolo la vita da nigga di Nikolino nostro).


2. Fumo e caffè

Nikolino che si devasta di birra. Dal film: Nikola Tesla di Rade Serbedzija

Nikolino che si devasta di birra. Dal film: Nikola Tesla di Rade Serbedzija

Tornato da Karlovac, oramai ripulito e con la testa apparentemente sulle spalle, decise di iscriversi ad ingegneria presso il Politecnico di Graz. Armato delle migliori intenzioni e deciso a ripagare la fiducia del padre, si immerse in studi tanto intensi da richiedere l’ausilio di fiumi di caffè.

Oltre a questo, divenne abitudinario di quelli che oggi chiameremo “festini universitari” e fu lì che iniziò a fumare. Il vizio del fumo lo accompagnerà fino al suo ritorno a casa, dove la sorella Marika sofferente di asma gli chiese esplicitamente di smettere. Nikolino non fumò mai più.
Il caffè, invece, fu un vizio che perdurò fino agli anni 20, quando i primi accenni di problemi cardiaci lo costrinsero a farne a meno.


3. Nuoto
Da sua stessa ammissione, l’acqua era l’elemento naturale di Nikola Tesla.
Smiljan, suo villaggio natale, distava poco più di 15km dal mare ed il giovane Nikolino, in sella al suo cavallo o sul carro di famiglia, era solito trascorrere le estati in spiaggia con gli altri ragazzi.

L'aitante baffone non è Tesla, però mi sembrava adatta all'argomento.

L’aitante baffone non è Tesla, però mi sembrava adatto all’argomento.

Cacciava le rane, pescava e faceva immersioni anche molto profonde. Una volta rimase addirittura intrappolato sotto una banchina e dovette fare appello alle sue capacità di nuoto in apnea per riuscire a salvarsi.
Giunto a New York non perse la sua naturale vocazione. Dal laboratorio di Long Island, infatti, non gli era difficile indugiare in sporadiche nuotate in un’acqua al tempo ancora limpida.


[slide_carousel item=”1″ speed=”4000″ title=”Immagini dal film “Nikola Tesla“ del 1977 con Rade Serbedzija” custom_css=”.vc_custom_1481494421743{background-position: center !important;background-repeat: no-repeat !important;background-size: cover !important;}”][slide_carousel_item_image style=”image-content” image=”1678″]Bimbo Niko pescatore di rane[/slide_carousel_item_image][slide_carousel_item_image style=”image-content” image=”1656″]Nikolino impagnato in una mano di strip poker.[/slide_carousel_item_image][slide_carousel_item_image style=”image-content” image=”1657″]Nikolino prende a pallonate un giocatore professionista.[/slide_carousel_item_image][slide_carousel_item_image style=”image-content” image=”1659″]Nikolino segue una lezione di fisica.[/slide_carousel_item_image][/slide_carousel]