Ci siamo spesso soffermati sulla sola figura dello studente di ingegneria, esaminando tanti e diversi aspetti. Ma, fino ad ora, non ci siamo mai soffermati sulle figure genitoriali! Né sul padre, né sulla madre.

Essendo oggi la festa del papà, vogliamo soffermarci proprio su di lui. Lo studente di ingegneria ha indubbiamente talmente tanti grattacapi da rimanere senza capelli, ma anche la vita di suo padre sicuramente non sarà facile.

Esaminiamo insieme le 5 cose che deve sopportare il padre di uno studente di ingegneria:

QUANDO TI LAUREI?

Per quanto sembri che voglia solo rompervi i cerchi di Mohr, vostro padre ha solo a cuore il vostro futuro. E vuole vedervi sistemati il prima possibile. Quindi se, durante una conversazione, vostro padre vi chiede “Quando ti laurei?”, limitatevi a rispondere “Ti renderò fiero di me appena possibile”. A meno che non siate nel pieno della sessione, in quel caso spaccategli una sedia in testa.

ANSIA CONDIVISA

Pensate di essere gli unici a provare ansia pre-esame? Assolutamente sbagliato. Vostro padre, per quanto possibile, starà ancora più in ansia di voi! Non vede l’ora di vantarsi con amici e parenti  della vostra intelligenza e bravura (in caso di esito positivo dell’esame) o spaccarvi le ossa una ad una (in caso di esito negativo), ovviamente inteso in senso affettivo. Nel senso che vi fa a fette.

PERCHÉ NON STUDI MAI?

Lo so, lo so. Altra domanda del cazzo. Però mettetevi nei suoi panni: come già detto prima, lui vuole solo il vostro bene. Non vuole vedervi buttare via il vostro tempo in cose futili come la vita sociale, o una vita amorosa. L’importante è lo studio. A meno che non vi riprende in quegli unici 10 secondi in cui vi siete distratti per soffiare il naso, in quel caso potrete imprecargli contro tutti i suoi trisavoli!

IMPRECAZIONI RANDOM

Sessione esami + date impossibili e perennemente imminenti + materiale inutile o inesistente. Una combo micidiale. Chi non sarebbe esaurito da questa serie di sfortunati eventi (si, è una serie divergente)? E, ammettetelo, quante volte vostro padre si è dovuto sorbire degli insulti totalmente casuali, per la vostra frustrazione? Esatto. OGNI STRACAZZO DI GIORNO, MANNAGGIA A QUEI FOTTUTI ESAMI.

L’AIUTO ECONOMICO

Inutile prenderci in giro. Chi più e chi meno, tutti abbiamo avuto una mano dal portafoglio del papà nei momenti di difficoltà. Questa è una cosa che in molti dimenticano dopo la laurea, dimenticano chi li ha sostenuti (economicamente e non) durante il loro percorso. Non dimenticate mai di ringraziare chi vi permette di realizzare i vostri sogni. Non dimenticate mai il vostro papà! Approfittate di questa festa e abbracciatelo forte!