L’iscrizione all’Università rappresenta un passo solenne,  il riconoscimento formale, da parte dello Stato, del vostro essere ingegneri. Finalmente ce l’avete fatta. Tutta una vita a desiderarlo e ora avete passato anche il test di ingresso per potervi accedere. Tuttavia, come molti di voi sapranno, il problema a ingegneria non è tanto entrare, ma uscire. Ma questa è un’altra storia. Il primo anno rappresenta in tutto e per tutto una selezione naturale, un modo per poter distinguere quelli che si sono iscritti a ingegneria per passione e chi, invece, è lì giusto per scaldare i banchi. Ebbene si, ci sono sia ingegneri “veri” che ingegneri “falsi”. Come facciamo a distinguere quelli falsi?

Cosa fa un ingegnere? Chi è il vero ingegnere? Chi sono i falsi?

Bisogna saper distinguere il vero ingegnere (quello che lo è dalla nascita) da quello falso; solitamente i falsi possiamo classificarli in diverse categorie:

1. Troverò lavoro più facilmente

C’è chi lo fa come precisa scelta per entrare più facilmente nel mondo del lavoro scoprendo poi che, una volta laureato, le statistiche erano sbagliate, e che sarebbe stato molto più conveniente iscriversi ad economia o, meglio ancora, fare un corso di cucito (esatto, neanche loro considerano architettura come scelta).

2. Sono bravissimo in matematica e fisica

C’è chi lo fa perché al liceo si ripeteva sempre “sono bravissimo in matematica e fisica, quindi andrò a fare ingegneria. Tanto sarà più semplice del liceo, posso organizzare gli esami a mio piacimento”. Ebbene proprio per queste persone, il tempo medio di permanenza in facoltà equivale a circa 3 settimane, 1 mese al massimo, se c’è qualche compagna di corso carina (evento altamente improbabile, è pur sempre ingegneria).

3. Mi iscrivo alla facoltà di Ingegneria per amore

Ultima tipologia,  vi sembrerà incredibile ma esistono anche persone del genere, possiamo trovare il ragazzo o la ragazza che decide di iscriversi ad ingegneria unicamente per seguire le stesse lezioni del partner. Non so se siano giochi perversi o una sorta di preliminari, ma devo ammettere che sono alquanto masochisti..