Civile, chimica, elettronica, gestionale, aerospaziale…non importa quale sia il tuo indirizzo di studi. Se sei un’ ingegnera allora la tua mattinata avrà tre punti nodali imprescindibili. 

 

Risveglio

Che tu sia un’ ingegnera o una merendinaia, la mattina sarà sempre difficile mettere piede fuori dal letto. Come se la gravità aumentasse di 100 volte in quel preciso punto.
Tuttavia, nei “cinque minuti in più”, arco di tempo in cui la merendinaia continua stupidamente a dormire,               l’ ingegnera fa una valutazione mentale dei vestiti da mettere classificandoli in base al grado di utilizzo pregresso. Inoltre, calcola i tempi di lavaggio senza dimenticare di considerare il transitorio necessario affinché l’acqua si riscaldi. Il calcolo della costante di tempo della caldaia sarà fondamentale per  il dimensionamento del tempo massimo utilizzabile a preparare lo zaino.

 

Trucco e parrucco

La parte difficile arriva quando è il momento di truccarsi e sistemarsi i capelli. La prima si risolve con una buona dose di esperienza: ci si tira in faccia un’indecente quantità di fondotinta, phard, matita, mascara (non necessariamente in quest’ordine) in modo da nascondere il proprio status di cadavere ed essere scambiate per delle nigeriane in Erasmus. La seconda, beh, non è altro che una serie di acconciature di prova che converge sempre verso una costante: la coda.

 

Trasporto

Che prenda l’autobus o che aspetti un passaggio, l’ ingegnera sarà sempre così dissociata dall’universo da rischiare di essere investita senza neppure rendersene conto. Saranno le amiche, in genere merendinaie, grazie ad un cervello ancora chiuso nel cellophane (e quindi nuovo), a salvarle la preziosissima pellaccia.
Se l’ ingegnera è automunita, allora è bene ricordare che crederà di essere così brava alla guida che Vettel levatipropriochemancoiltriciclopuoiportare. Farà i 130 (metri al secondo, ovviamente) in autostrada e, individuato un posto libero, ci si fionderà grattando puntualmente il paraurti anteriore sul marciapiede. Se il parcheggio è pieno inveirà contro le Smart o pedinerà il primo che palesi l’intenzione di andar via (facendo minacciosamente salire i giri del motore).