A cura di Carmine Tutti

Come è ormai noto da molto tempo il fumo di una sigaretta contiene centinaia di sostanze dannose per il nostro organismo, molte delle quali risultano essere anche cancerogene. Una classe di queste sostanze sono le nitrosammine, composti organici in cui sono presenti atomi di azoto ( esse contengono un gruppo nitroso,-N=O , legato all’ azoto amminico), composti di cui è ormai nota l’azione cancerogena. Vi sorprenderà sapere, sopratutto per i non fumatori, che anche la maggior parte degli insaccati che quotidianamente vengono consumati (sopratutto la pancetta fritta) comportano l’assunzione di nitrosammine e quindi risultano essere in parte cancerogeni.

Perchè gli insaccati contengono composti cancerogeni?

I cibi di origine vegetale, di origine animale, ma anche l’acqua, sono ricchi di nitrati e nitriti. Questi composti assunti nelle piccole dosi che contengo naturalmente i cibi non risultano essere particolarmente dannosi. Il problema nasce nel momento in cui ingeriamo cibi che sono stati appositamente arricchiti di questi componenti, quali sopratutto i salumi, che contengono alte dosi di nitrati e nitriti per tre motivi:

  • Mantenere il colore rosso vivo della carne
  • Esaltare l’aroma e il sapore
  • Esplicitare un azione antibatterica

Non esiste nessun conservante al di fuori di nitrati e nitriti che riescano ad esplicitare contemporaneamente queste tre funzioni, quindi si capisce il motivo del loro ampio utilizzo. Molto spesso però i produttori tendono ad esagerare con le dosi di questi conservanti solo per esaltarne il profilo estetico.

I nitrati e i nitriti, una volta entrati nello stomaco, reagiscono conammine e ammidi presenti nella nostra saliva e nei cibi stessi per formare le sopracitate nitrosammine, che hanno effetti cancerogeni sopratutto per l’apparato gastro-intestinale.

Per quanto riguarda i nitrati e i nitriti presenti nelle verdure e frutti, la possibilità che essi vengano trasformati in nitrosammine è fortemente ridotta dalla presenza della vitamina C che inibisce la reazione di formazione del composto azotato.

Pancetta più dannosa della sigaretta

Credits: wikipedia.org

Questo è uno dei tanti motivi per cui si deve cercare di ridurre l’assunzione di questo genere di prodotti alimentari, ma comunque la vita resta unica e non lunghissima, quindi ogni tanto una fetta di prosciutto o di pancetta ce la possiamo concedere.