In pagina arrivano ogni giorno decine di messaggi di studenti in difficoltà o in cerca di una parola di conforto; date queste premesse, credo sia doveroso spendere qualche parola su ciò che dobbiamo affrontare tutti i giorni:

Ingegneria è una facoltà complessa. Sia a livello di contenuti, sia a livello di esami e sia a livello di docenti. Questo si sa. E probabilmente lo sapevate già anche prima di iscrivervi, se avete amici o parenti in questa facoltà. Tuttavia, ragazzi, NON È IMPOSSIBILE.
È un ostacolo difficile da superare e molte volte vi sembrerà a dir poco insormontabile, ma non dovrete mai abbattervi.
Vi ritroverete, nel 95% dei casi, nella condizione di dover ripetere un esame (perché bocciati o perché il voto non vi soddisfa), ma questo NON vuol dire che non sia la facoltà giusta per voi o che non siate all’altezza di questo mondo.
Finché sarà la passione a guidarvi, nulla potrà andare storto. Se è quella la vostra strada, non permettete a niente e nessuno di farvi pensare il contrario.
Soprattutto, ricordate che voi non siete un voto. Non siete delle macchine per esami. Concentratevi esclusivamente sulla vostra formazione professionale, rendetevi quanto più possibile pronti e idonei a quello che sarà il mondo del lavoro e non pensate ad altro: un 18 non implica una vostra poca conoscenza della materia, un voto basso può dipendere da molti fattori esterni che ben poco c’entrano con la vostra preparazione. Se siete sicuri di aver fatto il vostro meglio per un esame, non fissatevi sul voto.

Altra cosa fondamentale: non confrontatevi con altri. Ognuno è fatto in modo diverso. Ma, soprattutto, OGNUNO HA I SUOI TEMPI e la sua storia.
Per riassumere: non lasciatevi abbattere, pensate a voi stessi, siate sempre sicuri di ciò che fate e diventerete tutti degli ottimi ingegneri (sottolineo la differenza che intercorre tra “Ingegneri” e “Persone laureate in ingegneria”).

Ricordatevi che, se avete bisogno di aiuto o di conforto, noi siamo qui! Un abbraccio dal vostro admin Gianmarco!