Si tratta di un argomento che interessa sia i genitori che seguono i propri figli nella difficile scelta universitaria, sia gli stessi studenti, i quali si interrogano sul proprio futuro una volta terminati gli studi, augurandosi giorno per giorno che quegli interminabili anni di studio siano valsi a qualcosa. Man mano che il tempo passa, aumenta anche l’estensione della facoltà di ingegneria (che ormai si sta inserendo in tutti i campi, da quello economico a quello medico), ed è per questo che è complicato effettuare un discorso completo di tutti gli sbocchi lavorativi per le diverse le lauree in ingegneria. Cominciamo ad esaminarne alcuni:

INGEGNERIA AEROSPAZIALE

In questo caso i laureati si stabiliscono soprattutto nelle industrie costruttrici di veicoli, di propulsori e produttrici dei loro componenti, così come in aziende che si occupano della gestione e manutenzione di flotte aeree o di servizi di trasporto aereo. Talvolta questi professionisti trovano sbocchi anche nell’industria motoristica o nel campo del controllo meccanico di strutture sottoposte a sollecitazioni.

INGEGNERIA BIOMEDICA

La laurea “intrusione” nell’ambito medico; solitamente occupano posizioni negli ambiti sanitari, farmaceutici, dell’industria cosmetica, alimentare, biotecnologica, ambientale e biomedica.

INGEGNERIA CIVILE

Che rappresenta, in un certo senso, il “vero ingegnere“. Essi possono iniziare a lavorare in imprese di costruzione e manutenzione di infrastrutture, impianti e opere, in studi professionali o società, in università o enti di ricerca, in uffici pubblici di progettazione, pianificazione e gestione dei urbani e territoriali. Ovviamente è possibile effettuare l’esame di stato per iscriversi all’Albo dell’Ordine degli Ingegneri.

INGEGNERIA CHIMICA

In questo caso si parla invece di professionisti inseriti nelle industrie chimiche, farmaceutiche, alimentari, di produzione e gestione dell’energia, di trasformazione e processo, oltre che di società di ingegneria che progettano, gestiscono e sviluppano progetti e impianti e di studi di consulenza per l’ambiente e la sicurezza. Altri sbocchi molto apprezzati dai laureati in quest’ambito è quello relativo ai cosmetici.

INGEGNERIA INFORMATICA

Per gli informatici il lavoro riguarda soprattutto la progettazione e la realizzazione di sistemi informativi aziendali, l’automazione dei servizi mediante tecnologie web, sviluppo di sistemi multimediali, controllo dei processi produttivi o di sistemi complessi, sviluppo di sistemi informatici, robotica. Coloro che vogliono effettuare l’esame di stato potranno iscriversi all’Albo dell’Ordine degli Ingegneri con il titolo di Ingegnere Junior.

INGEGNERIA MECCANICA

Il corso di laurea permette l’accesso ad un gran numero di professioni, tra i lavori più diffusi troviamo: progettazione di prodotti e di processo, sviluppo di prodotti, installazione e collaudo macchine, gestione e manutenzione di reparti produttivi, attività di controllo, assistenza tecnica e verifica. Anche in questo caso effettuando l’esame di stato sarà possibile iscriversi all’Albo dell’Ordine degli Ingegneri, in particolare al registro B.

Ovviamente ci sono tantissime altre lauree in ingegneria, che esamineremo nel prossimo articolo. Continuate a seguire questa rubrica per ulteriori aggiornamenti.